Continua a farsi largo nello Stato, l'idea di una futura TOTALE legalizzazione a scopo ricreativo.

----

NEW YORK (Reuters) - Lo stato di New York lunedì ha depenalizzato l'uso di marijuana ricreativa, il che significa che il possesso di piccole quantità di cannabis sarà punito con multe anziché con il carcere, il primo passo in avanti del Governatore Andrew Cuomo.

Undici stati degli Stati Uniti più il Distretto di Columbia hanno legalizzato completamente l'uso di marijuana ricreativa da quando il Colorado lo ha fatto per la prima volta nel 2014, altri 15 stati tra cui New York lo hanno depenalizzato.

"Stiamo pensando agli individui che hanno subito le conseguenze di un'ingiusta condanna per possesso di Marijuana, un percorso per cancellare il reato in maniera retroattiva. Stiamo facendo un passo avanti decisivo nell'affrontare un processo giudiziario penale sbagliato e discriminatorio", ha affermato Cuomo.

Oltre 360.000 persone sono state arrestate per possesso di marijuana nello stato di New York dal 2008 al 2017, secondo i dati del Federal Bureau of Investigation.

Cuomo inoltre ha sostenuto che le entrate derivanti dalla tassazione del farmaco potrebbero aiutare a soddisfare una serie di esigenze, tra cui il travagliato sistema della metropolitana di New York City, che ha un disperato bisogno di importanti riparazioni e aggiornamenti. Un rapporto dello stato all'epoca stimava il mercato legale della marijuana tra 1,7 e 3,5 miliardi di dollari all'anno.

Gli sforzi dei legislatori di New York per legalizzare la marijuana sono crollati a giugno a causa del disaccordo tra i democratici su come regolare l'industria, spingendo all'introduzione del disegno di legge sulla depenalizzazione.

La marijuana resta illegale ai sensi della legge federale. Durante l'amministrazione dell'ex presidente Barack Obama, il governo degli Stati Uniti ha ampiamente consentito agli Stati di determinare come gestire la questione da soli, ma il Dipartimento di Giustizia sotto il presidente Donald Trump ha consentito ai pubblici ministeri di applicare la legge federale anche negli stati in cui la marijuana è legale.

Staremo a vedere, New York sarebbe il trampolino di lancio definitivo per tutta l'Europa sulla questione della legalizzazione a scopi ricreativi

Carlo

FONTE