Hai più di 18 anni?

By entering this site you agree to our Privacy Policy

I prodotti sono posti in vendita nel rispetto della L. 242/2016. La coltivazione di piante di cannabis derivante da semi non certificati costituisce reato previsto dall’art. 73 DPR 309/90. Prima di proseguire, vogliamo mettere in chiaro alcune cose: in Mamma vado ad Amsterdam non trovi prodotti medicinali, da combustione o alimentari. Nonostante ciò abbiamo preferito non vendere i nostri prodotti ai minorenni. Proseguendo nella navigazione del sito dichiari si essere d’accordo con la natura del contenuto del nostro sito internet e di avere più di 18 anni. Vietata la vendita ai minori di 18 anni. Entrando in questo sito dichiari di essere maggiorenne.

Abbiamo rinnovato il nostro shop, naviga tra tutti i nuovi prodotti!

Blog single

Quattro piantine per uso personale, arriva in Parlamento una proposta per la coltivazione domestica

Ciao Ragazzi, dopo un anno è pronto il testo base sulla cannabis. La prossima settimana potrebbe essere adottato dalla commissione per poi procedere con la fissazione del termine per la presentazione degli emendamenti, quindi l’iter è ancora lungo, ma il testo base c’è, e non possiamo lamentarci.

Si va avanti a piccoli passi, anche se sembra tutto assurdo, questa pianta mette ancora timore.. Cmq, inutile girare attorno ai soliti luoghi comuni, non possiamo pretendere un cambiamento drastico quindi procediamo per gradi.

Con i 5 articoli si vuole modificare il testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, in materia di coltivazione, cessione e consumo della cannabis e dei suoi derivati.

A depositarlo il relatore nonchè presidente della commissione Giustizia, Mario Perantoni del Movimento 5 stelle.

Tra le novità più importanti, la non punibilità della coltivazione domestica per uso personale. In sostanza, viene legalizzata la coltivazione personale di piccole quantità, pari a ‘quattro piante femmine e l’inasprimento delle pene nei confronti di chi mette in atto un reato nei confronti di minori.

Inoltre, vengono depenalizzati i cosiddetti ‘fatti di lieve entità’, applicando una distinzione tra tipologie di sostanze stupefacenti, non è più previsto il carcere, ma la possibilità di svolgere lavori di pubblica utilità. E vengono eliminati gli illeciti amministrativi. 

Coltivazione per uso personale

“Sono consentite a persone maggiorenni la coltivazione e la detenzione per uso personale di non oltre quattro femmine di cannabis, idonee e finalizzate alla produzione di sostanza stupefacente e del prodotto da esse ottenuto”.

Pene e sanzioni

Ovviamente il compromesso eccolo qui. Nell’articolato si inaspriscono alcune pene e, allo stesso tempo, se ne ‘depotenziano’ altre. “Chiunque, essendo munito dell’autorizzazione” a coltivare cannabis “illecitamente cede, mette o procura che altri metta in commercio le sostanze o le preparazioni è punito con la reclusione da 8 a 20 anni e con la multa da euro 30.000 a euro 300.000“. Al contrario, la pena è meno pesante (reclusione da 3 a 12 anni e multa da euro 20.000 a 250.000 euro) se le attività illecite riguardano le sostanze o le preparazioni indicate nella tabella II di cui all’articolo 14, ovvero la cannabis. 

In sostanza puoi coltivare, ma se ti beccano a venderla ti fanno il culo, come giusto che sia, non perchè io sia contrario, ma se vuoi venderla devi pagarci le tasse, sarebbe il modello Colorado.

Direi che come punto di partenza non ci possiamo lamentare. Che sia la volta buona? boo

Se vuoi dare uno sguardo al nostro SHOP CBD, clicca QUI

fonte

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top
Benvenuto su MVAVM

Una nuova esperienza tutta da vivere

Abbiamo rinnovato tutto il nostro shop, naviga tra le nuove categorie ed i nuovi prodotti!
Seguici sui social